Transazioni in regtest

Come posso creare una transazioni tra due nodi?


Nel tutorial precedente abbiamo visto come sia possibile far comunicare due nodi sullo stesso computer e come si sincronizzano quando dei blocchi vengono minati. 

Q: Quindi possiamo fare anche una transazione e vedere che essa sia propagata e capire tutti i passaggi che subisce prima che faccia parte della blockchain?
R: Si.

Se volete avere un ambiente “pulito” potete cancellare le cartelle regtest dei rispettivi nodi, così da avere zero blocchi minati e nessun reward assegnato.

Inseriamo in entrambi i nodi l’opzione txindex=1 in modo tale da avere tutta l’indicizzazione delle transazioni.

-txindex
Maintain a full transaction index, used by the getrawtransaction rpc
call (default: 0)

$ vim bitcoin_nodo2.conf

stessa operazione per il nodo di default il cui percorso (default) nel mio computer è:

/Users/barno/Library/Application Support/Bitcoin/bitcoin.conf

Avviamo di nuovo entrambi i nodi.
Se avete cancellato la cartella regtest (come me), dovete seguire i passaggi del tutorial precedente così da avere a disposizione 50 bitcoin su un’indirizzo.
Già 50 bitcoin, nessun halving era ancora stato fatto.

Ottengo quindi 3 indirizzi, 2 dal nodo di default (bizantino) e 1 dal nodo2.

$ ADDR=`bitcoin-cli getnewaddress bizantino`
$ ADDR_RESTO=`bitcoin-cli getnewaddress bizantino_resto`
$ ADDR_DEST=`bitcoin-cli -conf=$PWD/bitcoin_nodo2.conf getnewaddress destinatario`

Dal nome delle variabili d’ambiente scelte si capisce il loro scopo.
Mino 101 blocchi per ottenere 50 bitcoin con l’indirizzo $ADDR.
Perché proprio 101? Per ottenere un reward spendibile e soddisfare la COINBASE_MATURITY.

$ bitcoin-cli generatetoaddress 101 $ADDR

Adesso entrambi i nodi devono avere 101 blocchi, se così non fosse torna al tutorial precedente.

Con il comando listunpsent otteniamo tutte le UTXO disponibili.

$ bitcoin-cli listunspent
[{
"txid": "75b91cf262c98bdd57b0c3f2ec1a2597cceadc0cc2ef0a103e1a0013d81e332f","vout": 0,
"address": "2MvXFfHyxr1U4icdyw1nWM3FZdraXMsfMAq",
"label": "bizantino",
"redeemScript": "00147700ead177801037c5ec0ad20d1cf7637fe55fde",
"scriptPubKey": "a91423f06dcefe3a139e930f059e99b47e9bf908c17f87",
"amount": 50.00000000,
"confirmations": 101,
"spendable": true,
"solvable": true,
"desc": "sh(wpkh([87aac41a/0'/0'/0']03d5f548512ed8f90773e531440fd4ce1843ee5ddf1097b7731a4464803df468c4))#qksqangj",
"safe": true
}]

Quello che interessa a noi per fare la transazione è la txid e il vout, per questo le salviamo in due variabili d’ambiente.

$ TXID=75b91cf262c98bdd57b0c3f2ec1a2597cceadc0cc2ef0a103e1a0013d81e332f
$ VOUT=0

Siamo pronti a creare la transazione utilizzando il comando createrawtransaction. Sposteremo 1 bitcoin verso il destinatario, e 48.998 bitcoin verso l’indirizzo di resto. Una bella mancia per il miner!
Il risultato che otteniamo, la transaction data, la salviamo dentro la variabile d’ambiente TX_DATA. 

$ TX_DATA=`bitcoin-cli createrawtransaction '[{"txid":"'$TXID'","vout":'$VOUT'}]' '[{"'$ADDR_RESTO'":48.998},{"'$ADDR_DEST'":1}]'`

Per vedere il contenuto della variabile d’ambiente, 

$ echo $TX_DATA

NB: Nel libro Bitcoin dalla teoria alla pratica e nel video-corso viene analizzato byte per byte la transaction data.

Quello che dobbiamo fare adesso è firmare la transazione con la chiave privata di $ADDR che posso ottenere con il comando dumpprivkey.

$ PK=`bitcoin-cli dumpprivkey $ADDR`

Attenzione, non deriviamo la chiave privata dalla chiave pubblica ($ADDR) ma la otteniamo da una serie di indirizzi già pronti per il nostro wallet. 
Per maggiori informazioni guarda il comando dumpwallet.

Bene, firmiamo la transazione.

$ bitcoin-cli signrawtransactionwithkey $TX_DATA '["'$PK'"]'
{
"hex": "020000000001012f331ed813001a3e100aefc20cdceacc97251aecf2c3b057dd8bc962f21cb97500000000171600147700ead177801037c5ec0ad20d1cf7637fe55fdeffffffff02808cf1230100000017a91489734e8089e307b4ac82eab729519abb2674cb168700e1f5050000000017a9143166112f2219dfd7bdfbabab70bef4ecab850a4587024730440220439be864b4520e29360341b429e9f16da89c5c44e98205025fb3b496e8b296990220638894c61364c3acca31b8acb80314b356713de0f8d11cfa03985bb8ae8c91cb012103d5f548512ed8f90773e531440fd4ce1843ee5ddf1097b7731a4464803df468c400000000",
"complete": true
}

Per comodità salviamo dentro la variabile d’ambiente TX_DATA_SIGNED il valore di hex.
Inviamo la transazione.

$ bitcoin-cli sendrawtransaction $TX_DATA_SIGNED
d24f8de59e839ee3956f27b44ce8ed980405725acde903e5494450934f9a4db2

Quello che otteniamo è la TXID.
Che cosa succede adesso? La transazione è stata inviata ma non è ancora stata minata, quindi dove si trova?
Nella mempool!
Dobbiamo essere in grado di verificare la sua presenza in entrambi i nodi.

$ bitcoin-cli getrawmempool
[
"d24f8de59e839ee3956f27b44ce8ed980405725acde903e5494450934f9a4db2"
]
$ bitcoin-cli -conf=$PWD/bitcoin_nodo2.conf getrawmempool
[
"d24f8de59e839ee3956f27b44ce8ed980405725acde903e5494450934f9a4db2"
]

Esatto, entrambi i nodi hanno a disposizione la transazione ed entrambi potrebbero minarla. Per verificare il candidate block il comando è getblocktemplate.

$ bitcoin-cli getblocktemplate '{"rules": ["segwit"]}'

Quindi la transazione è verificata ma non confermata.
Possiamo trovare conferma dell’asserzione appena fatta con il comando getwalletinfo sul nodo2.

$  bitcoin-cli -conf=$PWD/bitcoin_nodo2.conf getwalletinfo
{
...
"balance": 0.00000000,
"unconfirmed_balance": 1.00000000,
"immature_balance": 0.00000000,
"txcount": 1,
...
}

Possiamo leggere “unconfirmed_balance”: 1 !
Bene, miniamo facendo 6 blocchi così da rendere la transazione sicura. 

$ bitcoin-cli generatetoaddress 6 $ADDR

Bene, la mempool è vuota e il destinatario ha a disposizione 1 bitcoin!

$ bitcoin-cli -conf=$PWD/bitcoin_nodo2.conf getwalletinfo
...
"balance": 1.00000000,
...

Possiamo verificare le operazioni sui log dei demoni, oppure utilizzando tail sul file di log.

$ tail -F regtest/debug.log

Ci provo?

$ bitcoin-cli sendrawtransaction $TX_DATA_SIGNED
error code: -27
error message:
Transaction already in block chain

Il double spending non è andato a buon fine.


Con questo piccolo tutorial è possibile iniziare a studiare il protocollo Bitcoin e a seguire il libro Bitcoin dalla teoria alla pratica o se preferisci il video-corso.